Liceo classico “Costa”. Di Pietro Baldi.

…Quando una scuola gloriosa, e che non dorme sugli allori, come il classico “Costa” perde l’autonomia un po’ certo dispiace. Se poi è l’unico classico del comune capoluogo, e quasi l’unico insieme all’una/due sezioni di Sarzana dell’intera provincia, dispiace ancora di più. E se poi uno è presidente della Dante Alighieri della Spezia e che ha tra i propri soci prestigiosi ex allievi del classico come l’amm.  Romani , il dott. Ferrero , l’ing. Simonini, l’amm. Toscano, la poetessa Vergano, la prof,ssa Mussinelli e tanti altri e che ha collaborato col “Costa” e che a partire dagli ultimi tre anni  ha in quella sede l’ufficio di rappresentanza attigua  alla bellissima biblioteca piena di volumi antichi consultabili , che fa anche da auditorium,  gratuitamente concessa ad associazioni, ad altre scuole e dove si svolgono  iniziative giovanili (e non) di rilievo… beh: dispiace ancora di più. Perché in quell’istituto , come Dante, abbiamo anche molti giovani iscritti sia con tessera pagata che come  premio ottenuta grazie ai loro meriti ; gli alunni della
professoressa Novelli, ad esempio, che ogni anno mettono su un video, un ipertesto, sulla lingua viva, che si piazza sempre bene in Italia nei concorsi editi dalla Dante Nazionale ed da altri  Enti ; oppure come l’ex alunno  Federico Figura (lo possiamo citare direttamente perché da due  anni è maggiorenne),  piazzatosi  secondo a un concorso Internazionale targato Dante Alighieri portandosi a casa settecento euroni per i propri studi, e poi vince il concorso d’ammissione in Normale. Etc.

E facendo l’avvocato ( molto indegnamente ) di difesa  , dietro una bravissima dirigente ci sono insegnanti di peso, ne cito alcuni , soci del nostro sodalizio e non  con cui ho collaborato : Luca Cerreti con le sue pubblicazioni su Bergson (mica su Pitagora!); Antonino Postorino (in pensione, ma sempre docente gratuito nei corsi facoltativi al “Costa”) conferenziere, che ti mette su una rivista dal nulla (Glaux) dove i docenti universitari volentieri scrivono e si fanno intervistare; Bertini Franco, autore di un libro di testo di storia contemporanea ampiamente adottato in tutta
la Repubblica Italiana, Bertini Paolo, con le sue pubblicazioni sulla metrica e poesia plautina a livello universitario, anche lui nostro dirigente, conferenziere , musicista e compositore . Scuola anche qualitativa? Forse si ……… qualche alunno se ne va… negli USA! e poi ritorna contento sia degli USA che del Costa; oppure qualche alunna vince ammissioni in scuole d’èlite dell’UK (Gran Bretagna ndr). Dispiace che nella stampa questo declassamento  appare una perdita di prestigio e di successo  del Costa , al contrario è solo una perdita di numeri economico amministrativi: cioè per avere una presidenza autonoma (non per tenere in piedi una scuola, è ovvio) ci vogliono seicento iscrizioni, e lì ne mancano una manciata: una trentina. Ma le iscrizioni, purtroppo, in Italia, spesso si sa da che cosa dipendono…
Bisogna aggiungere che fortunatamente l’èlite sociale ha lasciato il passo a una platea più varia, socialmente parlando, e molto motivata,  Tutto qua. Sì, dispiace: perché i numeri e gli euri (l’errore dialettale è una battuta) contano; anche altre cose; forse altrettanto; forse di più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.