Piazzadarte. Streghe, troll e draghi.

Ed è così che si conclude il nostro primo evento, non è stata un’avventura di draghi , cavalieri e fatine, ma comunque molto intensa. I palazzi crollavano, la folla scappava di qua e di là disorientata, mentre le autorità tentavano inutilmente di placarla. Il tutto con il dolce sottofondo di chitarra accompagnato a quello di un violino. Un racconto drammatico che parlava di una vedova che vedeva il suo defunto marito. Una raccolta di fotografie che narravano della città. Un grande affronto tra due leader, con un vincitore e la sua squadra, Made in La Spezia. Ricordiamo i tre vincitori del contest fotografico: al primo posto Bennett’s Photography, con una cena offerta da Sakura; al secondo posto Massimo con un aperitivo per due offerto da Elite e al terzo posto Gianluca Rizzetto con tanti gadget a sorpresa!! Made in La Spezia, vi aspetta al prossimo evento!

P.e.r.c.or.s.i

percorsi_logo

IMG-20160201-WA0018Accolti nella sontuosa Sala Dante, più di cento ragazzi, tra i 16 e i 35 anni,  aiutati da sei facilitatori (Agnese Natale, Francesco Martini, Martina Pesciotti, Daria Minoliti, Felici Passacane, Giulia Cefal), si sono posti l’arduo compito di promuovere undici iniziative concrete di valorizzazione del territorio. Lunedì 1 Febbraio alle ore 14.30 sono stati presentati i progetti dei ragazzi agli attori economico sociali del territorio. Virgilio David presenta l’iniziativa P.E.R.C.OR.S.I., descrivendo l’esperienza come una coincidenza della metropolitana, dove ognuno ha una propria strada, ma di fondo hanno un punto d’incontro e sviluppano delle idee. Durante la presentazione dei vari cluster, gli imprenditori o gli eventuali enti interessati avevano il compito di mandare un semplice sms per poter comunicare direttamente con ragazzi al termine. Molti di loro hanno presentato progetti differenti, ma tutti avevano in comune il bene della città. Chi puntava sui trasporti, chi sullo sport, chi sul pollice verde, chi sui colori, cultura, gastronomia, e tanto altro ancora. Apprezzatissimo il loro impegno dagli “adulti” e tanti sono stati gli applausi sinceri. Nella seconda metà del programma si è svolto il workshop nel quale i tavoli di discussione con i singoli gruppi di lavoro avevano il compito di approfondire le proprie proposte, dichiarare i propri dubbi, dare la propria disponibilità, successivamente realizzare e partecipare direttamente con i partecipanti. Molti sono stati gli sponsor a contribuire, specialmente composti da giovani; per citarne alcuni le scuole Einaudi-Chiodo, molti studenti del Fossati, l’Agenzia Nazionale per i Giovani, e chiaramente il Comune di La Spezia.

Per informazioni contattare percorsi@comune.sp.it